sabato 4 aprile 2020

Gli ARCH1tetti RAMPANT1 incontrano in conference call progettisti, RUP e assessori per il progetto PCTO con il Comune di Asti nell’ambito di ‘A SCUOLA DI OPENCOESIONE’

ARCH1tetti RAMPANT1 incontrano in conference call progettisti, RUP e assessori per il progetto PCTO con il Comune di Asti nell’ambito di ‘A SCUOLA DI OPENCOESIONE’

08/04/2020 Prosegue l’azione di monitoraggio civico sui recenti interventi a palazzo Mandela da parte degli ARCH1tetti RAMPANT1, i ragazzi della IIIA del liceo artistico di Asti, nell’ambito delle attività PCTO proposte dal Comune di Asti e del progetto ‘A SCUOLA DI OPENCOESIONE’.
Mercoledì prossimo gli allievi intervisteranno i progettisti, il RUP, gli assessori Morra e Pietragalla del Comune di Asti in modo da approfondire le informazioni già raccolte in rete e in biblioteca. Attraverso il racconto dei committenti (il Comune di Asti) e dei progettisti, la classe, di indirizzo architettura, avrà modo di approfondire dal vivo e sul campo alcune tematiche comprese nei programmi di studio.

Gli ARCH1tetti RAMPANT1 saranno direttamente impegnati a collaborare con l’amministrazione comunale nel diffondere la filosofia di questo progetto di riqualificazione, orientata al risparmio energetico e a buone pratiche nel costruire rispettose dell’ambiente e del benessere del cittadino; si occuperanno, anche, di divulgare informazioni di carattere storico relative all’evoluzione storico-urbanistica di piazza Catena e del sito di fondazione di palazzo Mandela. Il tutto, a causa dell’epidemia da Coronavirus, è stato rimodulato e ripensato e avverrà attraverso canali di comunicazione digitale.
Sono da sottolineare la disponibilità e l’attenzione alla formazione dimostrate dal Comune di Asti nelle persone della dott.ssa Binello, dell’arch. Monticone, degli assessori Morra e Pietragalla e dall’arch. Bitta, progettista dell’intervento.

a cura della prof.ssa Lorenza Lanzetta

mercoledì 11 marzo 2020

DOPPIO PODIO AL LICEO ARTISTICO

18 febbraio 2020

Esordio agonistico stagionale ricco di soddisfazioni per gli atleti astigiani della sezione Nuoto del GSH Pegaso. 

Dopo aver ottenuto al Meeting di Saronno dello scorso 26 Gennaio i “limiti” di partecipazione al prossimo Campionato Italiano in vasca corta di Massarosa/Viareggio (dal 29 Febbraio al 1° Marzo), domenica 16 Febbraio, in occasione del 25° Meeting Internazionale di Casale Monferrato, Marco Scafidi e Simone Basso, nuotatori del GSH Pegaso, sono entrambi saliti due volte sul podio. 

Marco, Ex allievo del Liceo Artistico di Asti, ha vinto la gara del 50 mt. stile libero (29″), mentre si è dovuto accontentare dell’argento sulla stessa distanza a stile dorso (36″2). Risultati opposti per Simone Basso, allievo iscritto al quarto anno Architettura e Ambiente del Liceo Artistico di Asti, vincitore nel dorso (36″) ed al 2° posto nello stile libero (30″5). 

In occasione del prossimo Campionato Italiano i due atleti astigiani saranno accompagnati dalla responsabile della sezione nuoto del GSH Pegaso Cristina Rosa.

TRAGUARDI SPORTIVI AL LICEO ARTISTICO



Ottimi traguardi raggiunti dagli allievi del liceo artistico che hanno partecipato ai campionati studenteschi di sci alpino il giorno 5 febbraio 2020 a Limone Piemonte. Notevoli le prestazionI nello slalom gigante e nello snowboard.

Per la Categoria Allieve Slalom gigante Frassetto Serena 3° classificata, Novello Martina 5°classificata.
Per la Categoria Allievi Slalom gigante Ferrari Nicolò 10° classificato, mentre per la Categoria Juniores Slalom gigante Patarino Pietro si è classificato in 8°posizione.
Marta Delle Piane, invece, si è qualificata per le fasi regionali nella categoria Allieve Snowboard, essendosi classificata 1°. Nella categoria  Juniores il 3° classificato è  Millo Andrea, mentre Demicheli Alessio è arrivato 4°.  Nella  Categoria Juniores Snowboard a Squadre l’artistico si è classificato al secondo posto. Nella fase provinciale di sci di fondo, il giorno 17 febbraio 2020 a Chiusa Pesio per la Categoria Allieve Gamba Matilde si è classificata al 2°posto.
Nei campionati studenteschi di corsa campestre, che si sono svolti alla cittadella del rugby ad Asti, gli allievi  Maggiorotto, Feniello e Benjenar, testimoni sportivi del liceo artistico,  si sono classificati al 6°posto; l’allieva Borio Giorgia è arrivata 15°, Sartoretto Aurora 21°, Morando Sofia 24°, Rosso Elisa 26°.   
   
 elidele 

giovedì 27 febbraio 2020

LA SCUOLA DI TEATRO VA A TEATRO


Gli alunni delle classi terze di teatro del Liceo artistico, coordinati dai docenti Monica Gatti e Andrea Marello, hanno visitato questa mattina, 7 febbraio 2020, il Teatro Alfieri di Asti; guide e ciceroni della visita il direttore Dott. Gianluigi Porro e il tecnico del teatro Nicola Mirigliani. I ragazzi della nostra scuola sono stati i primi studenti astigiani ad usufruire di questa bella e arricchente occasione che il Comune di Asti, nell’ambito del progetto Teatro Scuola, ha offerto alle scuole.

E’ stata una visita sul campo, formativa per chi segue il corso di teatro e che ha condotto i ragazzi ad esplorare anche gli spazi più nascosti del teatro, dal fojerfino fino al ballatoio posto sopra il palcoscenico.
Ancora una volta la scuola esce dalle aule per imparare e confrontarsi con la realtà del territorio.

Monica Gatti

IMMAGINARE...CON LE DITA

INAUGURAZIONE A PALAZZO MAZZETTI DEL 04/02/2020


Ed eccoci tutti, a palazzo Mazzetti, a segnare una tappa significativa del progetto PCTO IMMAGINARE...CON LE DITA, che ha visto la collaborazione tra Fondazione Asti Musei, associazione APRI – ASTI e Liceo Artistico Benedetto Alfieri di Asti.

Ieri pomeriggio è avvenuta la consegna ufficiale delle restituzioni in 3D di due dei dipinti della mostra MONET E GLI IMPRESSIONISTI IN NORMANDIA.


I plastici, corredati di audioguide, diventeranno ausili alla visione per ipovedenti e strumenti di visualizzazione tattile per visitatori non vedenti. Il tutto è corredato da didascalie in Braille e in formato adeguato alle persone ipovedenti.

La classe IIIA, Giorgia Padellaro della VA, il Presidente della Fondazione Asti Musei, Renata Sorba, presidente APRI-ASTI, le docenti Lorenza Lanzetta e Marinella Di Franco.

Li hanno realizzati le classi IIIA e Giorgia Padellaro della VA, guidati dalle prof.sse Di Franco e Lanzetta, referente di progetto.Durante l’evento sono stati proiettati i video realizzati da allievi delle classi IVM e VM nell’ambito delle attività di laboratorio multimediale sotto la supervisione del prof. Varlotta; i video hanno documentato i precedenti incontri e le fasi più importanti del lavoro svolto finora.

Significativa la collaborazione del prof. Passarino come tecnico del suono e del prof. Enrico Cico che ha prestato la voce per le audioguide.

Durante l’inaugurazione, il Presidente della Fondazione Asti Musei, Mario Sacco, si è prestato a esplorare, bendato, ascoltando l’audioguida e guidato da Renata Sorba, presidente non vedente dell’Apri-Asti, il plastico relativo all’opera di Monet ‘Barche sulla spiaggia di Etretat’.

Al termine dell’evento, il plastico è stato collocato all’interno del percorso museale di palazzo Mazzetti, e resterà a disposizione sia per chi ha una disabilità sensoriale visiva sia per chi, vedente, voglia, a occhi chiusi, fare un’esperienza che lo porti a comprendere le difficoltà di chi convive quotidianamente con una disabilità.

Da sinistra: alcune allieve della classe IIIA, Mario Sacco, Presidente della Fondazione Asti Musei, la presidente dell’APRI-ASTI, Renata Sorba, la D.S. dell’Istituto Vittorio Alfieri di Asti, Maria Stella Perrone.










SCOPRIRE GLI EROI: COSMA MANERA, PADRE DEGLI IRREDENTI

Mercoledì 5 febbraio 2020 la classe VG ha partecipato alla giornata didattica in occasione del 100° anniversario del compimento della missione del generale Cosma Manera, carabiniere astigiano.


Nell’Aula Magna ad ASTISS i saluti iniziali delle autorità e poi un tuffo nella storia, quella della grande guerra, quella dell’inutile strage, in cui il carabiniere Manera si è distinto per atti eroici nella missione affidatagli in Siberia, a recuperare le migliaia di soldati italiani dispersi.


A cura di Elidele

DI SANA E ROBUSTA COSTITUZIONE

Il corpo umano, metafora di Costituzione

Questa mattina, 19 novembre 2019, le classi VA e VG del liceo artistico hanno assistito ad una lezione teatrale di diritto e anatomia sulla Costituzione e il corpo umano.

Lo spettacolo è stato coinvolgente, una vera lezione alternativa condotta su un parallelismo tra il corpo umano, i suoi organi, le sue ossa, la psiche e la nostra Costituzione, gli articoli, il Parlamento, il Governo.

Gli studenti, numerosi e attenti, hanno imparato, attraverso appropriate e comprensibili metafore, il valore della nostra Costituzione e, a fine spettacolo, il palcoscenico si è popolato di tanti attori diciottenni, che hanno ricevuto una copia della Costituzione italiana da parte degli organizzatori. Buona lettura, quindi, a tutti quelli che hanno sete di sapere e di imparare, hanno voglia di conoscere per essere liberi e critici, padroni della propria vita, che può diventare un’opera d’arte. 

A cura di ELIDELE